LSM Composite - Realizzazione prodotti in materiale composito - Stratasys FDM

La stampa 3D Stratasys stimola lo sviluppo di nuove applicazioni per l’industria manifatturiera

La stampa 3D Stratasys stimola lo sviluppo di nuove applicazioni per l’industria manifatturiera
La versatilità della stampa 3D è uno dei fattori chiave che rende questa tecnologia abilitante ed adattabile ai più svariati contesti industriali e produttivi nei quali viene inserita. Un esempio di utilizzo in continuo divenire è quello dell'azienda campana LSM Composite.
LSM Composite è specializzata in progettazione e realizzazione di parti e attrezzature in materiale composito, principalmente componenti in fibra di carbonio per i settori aerospace, automotive, navale e ferroviario. Lavorazioni che implicano un altissimo livello di competenze e soprattutto l'utilizzo di strumentazioni all'avanguardia e innovative. Proprio in quest'ottica l'azienda nel 2020 ha deciso di inserire nella propria realtà la stampante 3D F900 di Stratasys.

Una scelta vincente, come racconta Angelo Simone, Manufacturing Engineer di LSM: “A giugno 2020 la Società ha deciso di investire nella stampa 3D di grande formato FDM Stratasys, con l’obiettivo di produrre parti ad uso finale ed attrezzature di laminazione specifici per il settore aerospace. La possibilità di stampare materiali tecnici ad alte prestazioni come PC (Policarbonato), Ultem 1010 e 9085, ci ha aperto campi di applicazione e nuovi modelli di business."

In particolare hanno utilizzato con ottimi risultati il polimero Ultem 1010 per la realizzazione di attrezzi di laminazione funzionali alla produzione di parti di fusoliera in CFRP (Carbon Fiber Reinforced Polymer) di un drone unmanned classificato come MALE (Medium Altitude Long Endurance) e per dime di posizionamento, taglio e foratura in ambito automotive. In aggiunta, nell’ambito di una importante commessa per un’azienda leader in ambito aeronautico, sono in fase di ingegnerizzazione condotti ECS (environmental control system ducting) realizzati in Ultem 9085.

Materiali termoplastici tecnici che hanno caratteristiche termiche e meccaniche capaci di rispondere anche agli stringenti requisiti richiesti da settori come quello aeronautico, ferroviario e automobilistico. Nel caso dell'Ultem (9085 o 1010) il valore aggiunto è anche l'ottimo rapporto resistenza/peso che permette di creare componenti sufficientemente resistenti ma decisamente più leggeri rispetto ad altri ottenuti con metodi tradizionali.

Avere a disposizione una stampante 3D di questo livello stimola tecnici e ingegneri a pensare a quali possano essere tutte le applicazioni possibili all'interno dell'azienda stessa. Dopo circa un anno di utilizzo della tecnologia FDM Stratasys, dedicato alla produzione di attrezzature NNS (near net shape) e parti ad uso finale per il settore aerospace, l’accresciuto know-how sulla fabbricazione additiva ha permesso loro di ampliare il campo di azione con la realizzazione di componenti a supporto dei processi produttivi interni.

"Grazie alla stampa 3D – prosegue Angelo Simone – abbiamo efficientato molte fasi di lavorazione sui vari Programmi in essere, realizzando in house e just in time, attrezzature, hand tools ed ausiliari e alla stampa 3D ad alto valore aggiunto, slegandoci completamente dalle catene di fornitura tradizionali. Utilizzando la stampante 3D F900 di Stratasys riusciamo perciò sia a rispondere in maniera puntuale alle richieste custom dei nostri Clienti, comprimendo il time to market, sia migliorare il sistema di produzione interno".

Produrre pezzi e componenti progettati in DfAM (Design for Additive Manufacturing) garantisce un vantaggio competitivo ed una quota di mercato. Il cosiddetto space design aperto dall’additive manufacturing, ovvero la capacità di posizionare materiale laddove è utile, senza alcun vincolo di realizzazione e per le geometrie più complesse, è il vero game changer.

“Avere a disposizione questa tecnologia ci ha permesso di sperimentare ed ampliare il nostro know-how in ambito generative design, reverse engineering e digital manufacturing. Sono certo che questo costante processo di upskilling ci permetterà in futuro di sfruttare appieno il potenziale immenso di una stampante 3D come la F900 di Stratasys. E' un processo di crescita che apre a nuove e, fino a poco fa, impensabili opportunità” conclude Angelo Simone.
Scopri altre storie di successo
Rolleri S.p.A - Utensili per lavorazione lamiere - Stratasys FDM

Rolleri ri-modella la fabbricazione di lamiere con la produzione additiva Stratasys FDM

Rolleri S.p.A  ha scelto Fortus 380mc, la stampante 3D FDM® di Stratasys™, come soluzione di produzione additiva per rispondere alla necessità di produrre parti robuste con geometrie complesse, preferendola per la qualità delle parti, l'affidabilità e la ripetibilità.
Giochi Preziosi - Giocattoli - Stratasys PolyJet

Giochi Preziosi trasforma l'immaginazione in realtà con la stampa 3D a colori

Giochi Preziosi utilizza la stampante a colori e multi-materiale Stratasys J750 per la stampa 3D di giocattoli innovativi. L'utilizzo di modelli 3D realistici consente al team di creare campioni di sviluppo per l'approvazione interna con una riduzione dei tempi stimata fino al 30%.
Project Studio - Product Design - Stratasys PolyJet

Estetica e funzionalità nel design con la stampa 3D multimateriale Stratasys

Project Studio, con sede a Sanremo, da decenni è al fianco delle aziende nel campo della progettazione, produzione, test e prototipazione. Da qualche anno utilizza con soddisfazione le stampanti 3D multimateriale Stratasys per creare prototipi funzionali o piccole produzioni multimateriale. 
Florenradica - ACCESSORI MODA - Stratasys PolyJet

Florenradica promuove nuove opportunità di business con la stampa 3D multi-materiale a colori

Florenradica utilizza la stampa 3D multi-materiale policromatica Stratasys per innovare la progettazione e la produzione nel settore della moda e promuovere nuove opportunità di business.
X
ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER
Iscriviti alla Newsletter